La mummia di Ankhekhonsu rivela i suoi segreti grazie alla TC

Come scoprire cosa c’è tre le bende di una mummia senza rompere la bara, scartare i resti e dare un’occhiata?

L’utilizzo della TC a fini archeologici è ormai prassi consolidata poiché permette un’indagine approfondita pur conservandone intatte le spoglie.

E’ stato recentemente possible, presso il Policlinico di Milano, disturbare l’eterno sonno di Ankhekhensu, sacerdote e scriba tebano del ottocento avanti Cristo, svelandone i segreti.

Ci guida come insider Cristian Bonelli, membro del Comitato Scientifico di AITeRTC:

“”

Articolo originale Reuters
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp